eco040La direttiva RoHS richiede che le apparecchiature elettriche ed elettroniche vendute in Europa non contengano livelli di piombo, cadmio, mercurio, cromo esavalente, bifenili polibrominati (PBB), ed eteri di difenil polibrominato (PBDE) superiori alla soglia legalmente consentita.
Ciò impatta su tutta la filiera produttiva dall’approvigionamento  alla produzione, dalla vendita  alla distribuzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse su mercato comunitario.
Esistono alcune esenzioni specificche al campo di applicazione della RoHS.
Per conformarsi alla Direttiva RoHS sarà necessario per i produttori garantire che in tutta la catena di fornitura ci sono materiali e componenti che soddisfano la Direttiva. Il produttore finale diventa quindi responsabile di tutto il prodotto, inclusi tutti i componenti.
Per esempio, chi produce un telefono cellulare contenente una scheda di propria fabbricazione e parti acquistate da terzi fornitori, secondo la RoHS, è responsabile di tutto l’insieme, comprese le “parti”.